<< Recensione - MERCS >>

Attrazioni varie, consigli sui giochi, trucchi e segreti, Off-topic!
Rispondi
Avatar utente
Piggei
Arcader
Arcader
Messaggi: 386
Iscritto il: 24/12/2015, 18:34
Reputation: 65
Località: Mestre

<< Recensione - MERCS >>

Messaggio da Piggei » 18/01/2016, 16:41

Dopo la fama e la fortuna del celeberrimo Commando, la Capcom rilascia a distanza di cinque anni il suo seguito Mercs, sparatutto verticale di guerra con l'interessante caratteristica di poter giocare fino a tre persone contemporaneamente.

Pienamente supportato da MAME, la sua giocabilità è estrema con una risoluzione nativa di 384x224 pixel e uno scorrimento fluido della grafica. Ben calibrata la difficoltà del gioco che mette a dura prova durante le prime partite ma permette poi di studiare i livelli e procedere fino ad arrivare all'obbiettivo finale, anche con una singola partita.

Eh si, purtroppo è uno di quei giochi che terminano con un boss finale e una schermata di saluti; un altro difetto non di poco conto è il punteggio massimo limitato a 999.990, retaggio dei problemi di poca memoria dei tempi.

Lo scopo del gioco è liberare il nostro presidente, rapito da una banda di rivoluzionari durante un suo viaggio in Africa. Per fare questo guideremo un soldato dotato inizialmente di mitragliatore e granate, utilizzabili grazie ai due pulsanti sulla plancia. Continuando col gioco avremo la possibilità di scegliere altre armi: lanciafiamme, sparo triplo, lanciagranate; potremo anche potenziarle con gli appositi bonus. Non avremo le consuete tre vite, ma una barra di energia che diminuirà ogni volta che verremo colpiti.

Detto questo, vediamo nel dettaglio il gioco: all'inizio veniamo sbarcati da un elicottero e comincieremo già ad affrontare i primi soldati nella giungla. Un livello tutto sommato facile ma che ci aiuta a prendere confidenza col gioco. Il boss finale è un elicottero che ci spara contro raffiche di mitra che possono essere facilmente schivate; un trucchetto permette di posizionarsi in maniera tale da poter stare fermi e sparare senza essere colpiti.

Il secondo livello ci porta invece all'ingresso degli avanposti nemici, dove ci sono le prime postazioni di difesa: torrette e carri armati la fanno da padrone, per concludersi con un carro armato dotato di lanciafiamme e lanciarazzi. Quasi subito ci verrà presentata una interessante caratteristica di questo gioco, ovvero la possibilità di montare a bordo dei mezzi di trasporto e poter utilizzare le loro armi: in questo caso potremo utilizzare una jeep dotata di lanciarazzi per attraversare la città e arrivare fino alla postazione nemica.

Il terzo livello ci porta all'interno di una fortezza ben protetta: due carri armati ci danno il benvenuto, postazioni di mitraglieri e lanciarazzi ci aspettano subito dopo. Il boss finale è un elicottero che dopo qualche passaggio farà sbarcare anche dei nemici sul molo dove ci troviamo e dove abbiamo a disposizione una mitragliatrice.

Nel quarto livello ci troveremo ad attraversare un fiume, che rallenterà i nostri movimenti e nasconderà soldati pronti ad emergere a sopresa e a squartarci. Nel secondo fiume potremo pilotare un piccolo MAS per arrivare ad un ponte da distruggere e successivamente all'approdo finale, dove ci troveremo ad affrontare una nave corazzata dotata di numerosi lanciabombe e un lanciafiamme.

Nel quinto livello la fanno da padrone i carri armati: ci verrà anche data la possibilità di guidarne uno. Compaiono per due volte barriere di mine che vanno accuratamente evitate e alla fine ci aspetta un boss decisamente tosto: un treno dotato inizialmente di cannoni, ma che riserva anche mitraglieri, raggi laser e lanciarazzi!

Passato questo mostro veramente impegnativo, ci aspetta il sesto livello dove eliminata la difesa iniziale composta da carri armati e lanciarazzi entriamo nel cuore della base nemica: qui dovremo affrontare orde di nemici dotati di lanciarazzi, carrelli elevatori, carri armati, aerei dotati di mitragliatori parcheggiati nell'hangar, ma alla fine arriveremo ad boss finale di una facilità estrema: una postazione lanciarazzi che può essere evitata semplicemente muovendosi a destra e sinistra. Dopo il treno del precedente livello, decisamente un calo di stile!

Ecco! Siamo finalmente arrivati all'aereo dove è custodito il nostro presidente, ovvero il livello finale del gioco. Di una facilità ridicola una volta capito che non bisogna puntare ai cannoni ma semplicemente ai motori dell'aereo, con una posizione ben precisa dove non verremo mai colpiti e un istante in cui lanciare tutte le bombe che abbiamo a disposizione fino a terminare il gioco.

Segue una scenetta dove viene rappresentata la liberazione del presidente e i titoli di coda con i nomi di tutti i partecipanti al team di sviluppo.

Il gioco permette di continuare la partita da dove abbiamo terminato, azzerando ovviamente il punteggio e memorizzando i record senza indicare il livello raggiunto; come si diceva all'inizio, il punteggio massimo raggiungibile è 999.990. Dal punto di vista strategico dopo qualche partita diventa intuitivo capire come affrontare i diversi nemici, posizionandosi in maniera tale da non venire colpiti; è possibile studiarsi dei veri e propri percorsi da seguire per ottimizzare gli attacchi. Nei punteggi finali dei livelli non viene considerato il tempo residuo, ne' l'energia, ma solo le bombe rimaste; a proposito delle bombe, al livello successivo si partirà sempre con una fornitura di almeno tre bombe, nel caso ne siano state utilizzate di più, e verrà aggiunta energia a quella diponibile.

Grafica

Buona grafica, decisamente migliorata rispetto al precedente Commando e ricca di dettagli. Scorrimento fluido senza scatti anche quando lo schermo è pieno di nemici. Numerosi nemici e boss presentati in diversi ambienti di gioco non possono che migliorare l'impressione verso questo titolo.

Voto: 9

Sonoro

Buona anche la colonna sonora e gli effetti sonori che si integrano col gioco coinvolgendoci nella partita.

Voto: 8

Giocabilità

La giocabilità è estrema, a cominciare dal fatto che si può giocare anche in tre contemporaneamente, cosa non di poco conto per i tempi. Il fatto poi che i livelli siano difficili ma non impossibili invoglia a continuare a giocare per capire come sconfiggere il nemico e a proseguire, affrontando con curiosità il livello successivo. Ottimo il rilevamento delle collisioni che non causa problemi di frustrazione. Il meccanismo di penalizzazione ad energia inoltre permette di continuare il gioco senza interruzioni anche quando si viene colpiti.

Voto: 10

Longevità

Questo purtroppo è il punto dolente del gioco: sebbene molto coinvolgente, una volta terminato e salvato il presidente non siamo invogliati a continuare a giocarci, se non per una partitina ogni tanto. Il fatto che il punteggio venga limitato non ci invoglia neppure a migliorare il proprio record, una volta raggiunto il massimo.

Voto: 6

Conclusioni

Assolutamente imperdibile per chi ama il genere!


Cabinato Magnum con monitor motorizzato. Virtual Pinball. Bartop.

Avatar utente
Furiola
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2337
Iscritto il: 23/12/2015, 19:42
Medaglie: 37
Reputation: 400
Località: Pontedera
Nazione: Italy
:
Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Medaglia di legno IV - Olimpiadi di Arcademania ex Dio della Bacheca Records

Re: << Recensione - Mercs >>

Messaggio da Furiola » 18/01/2016, 16:59

Grazie Piggei!

Avatar utente
Piggei
Arcader
Arcader
Messaggi: 386
Iscritto il: 24/12/2015, 18:34
Reputation: 65
Località: Mestre

Re: << Recensione - Mercs >>

Messaggio da Piggei » 18/01/2016, 17:15

Figurati, già che c'ero mi sono ricordato di copiarla di qua...
Cabinato Magnum con monitor motorizzato. Virtual Pinball. Bartop.

Jorghino
Gamer
Gamer
Messaggi: 125
Iscritto il: 23/12/2015, 18:51
Reputation: 5

Re: << Recensione - MERCS >>

Messaggio da Jorghino » 21/01/2016, 23:10

Non ci ho mai giocato in sala giochi ma mi hai convinto: lo proverò con mame

Avatar utente
Piggei
Arcader
Arcader
Messaggi: 386
Iscritto il: 24/12/2015, 18:34
Reputation: 65
Località: Mestre

Re: << Recensione - MERCS >>

Messaggio da Piggei » 22/01/2016, 1:45

Non te ne pentirai! :-)
Cabinato Magnum con monitor motorizzato. Virtual Pinball. Bartop.

Rispondi